contatti

+39 340 3664502

info@morettilab.com

copyright © Moretti Lab

P.IVA 07398170964

projects

“Quello dell’architetto è un mestiere antico come cacciare, pescare, coltivare ed esplorare.

Dopo la ricerca del cibo viene la ricerca della dimora.

Ad un certo punto, l’uomo, insoddisfatto dei rifugi offerti dalla natura, è diventato architetto.”  

Renzo Piano     

Un mestiere che nasce dunque da un’esigenza primaria: la realizzazione della propria casa. Un compito arduo e complesso, che porta a risultati solo maturando esperienza e imparando a conoscere le persone.

Da un lato occorre saper approcciarsi al mondo dell’architettura degli interni e del design a 360 gradi, partendo dallo studio distributivo degli spazi in modo razionale e funzionale; dall’altro, essendo la casa “lo specchio dell’anima”, bisogna anche essere in grado di tradurre

la personalità e i desideri dei propri clienti per arrivare a concepire l’arredo in modo personalizzato.

Questo è ciò che ho appreso lavorando per anni presso i principali studi di architettura e interior design di Roma e Milano. Ma sono riuscita anche a spingermi oltre, portando lo stesso approccio agli spazi espositivi, agli uffici e ai punti vendita. 

Studio, modifico, adatto e plasmo spazi diversi con ruoli svariati, ogni giorno. Perché fare l’architetto significa saper tradurre con stile e professionalità i desideri e le esigenze del cliente, empaticamente coinvolto in prima persona in ogni scelta.

philosophy

“Il colore è la tastiera, gli occhi sono il martelletto, l’anima è un pianoforte con molte corde.

L’artista è la mano che suona, toccando un tasto o l’altro, per provocare vibrazioni nell’ anima.”  

 

Vasilij Kandinsky     

Ogni committente è diverso, ha una storia, un gusto, un’anima. Un’anima che mi piace far vibrare, perché credo che debba risuonare negli spazi che andrà a vivere. Non amo standardizzare o imporre uno stile; al contrario, l’idea progettuale nasce dal primo sopralluogo, durante il quale inizio a plasmare la sensibilità e l’energia del cliente nello spazio che accoglierà la “casa”.

Al tempo stesso lo spazio mi suggerisce visioni e mi trasmette potenzialità, diventando fonte d’ispirazione.

Ogni dettaglio trova dunque la sua perfetta posizione, seguendo una formula tutt’altro che matematica: il mio stile si ricrea, cambia, evolve, mantenendo però un perfetto equilibrio. Proprio come un sarto che realizza un abito su misura. 

consulting

«É più importante fare la cosa giusta (essere efficaci)

che fare bene qualcosa (essere efficienti)».

 

Peter Drucker     

Per questo motivo seguo il cliente nella scelta dell’immobile desiderato, accompagnandolo a visitare gli spazi. 

Che sia un appartamento, un loft, la nuova sede di lavoro, 

un negozio, uno spazio espositivo, inizio in loco l’analisi dell’immobile, individuo le sue potenzialità o carenze, ipotizzo

il tipo di intervento che si dovrà eventualmente realizzare per raggiungere il risultato desiderato.

Confronto tutte queste informazioni con le esigenze del potenziale acquirente e verifico che ci sia coerenza.

Apporto un pizzico d’immaginazione e cerco di far visualizzare

al cliente ciò che lo spazio potrebbe diventare. 

architettura e interior design

“Per realizzare grandi cose, non dobbiamo solo agire, ma anche sognare; non solo progettare ma anche credere.” 

 

Anatole France     

L’attenta analisi dell’immobile, compiuta alla luce di un accurato confronto con il committente e le sue necessità, danno il via alla parte cruciale della mia attività: la progettazione di uno spazio.

È così che i “desiderata” del cliente prendono vita e protendono la mano verso l’elenco

di tutte le caratteristiche dell’immobile, iniziando un processo che porta alla disposizione e realizzazione di uno spazio a tutto tondo, fino a scendere nei minimi dettagli e particolari. 

Il mio linguaggio è fatto di mood board, disegni, planimetrie, sezioni, rendering: essi mi permettono di far emergere la mia idea.

Qualunque essa sia…che si tratti di una ristrutturazione, di un semplice rinnovamento dello spazio o della scelta dell’arredamento. 

project direction e supervision

“Non credo che sia il direttore ad avere il reale potere. E' l'orchestra ad averlo, ed ogni membro di essa capisce immediatamente se si sta solo battendo il tempo.” 

 

Itzhak Perlman     

Il vero protagonista è il team di lavoro che seleziono per la realizzazione del progetto, sulla base delle specifiche esigenze di ogni singolo cantiere. Si tratta di professionisti di fiducia che si impegnano ad affrontare con massima serietà ed esperienza le diverse mansioni.

Seguo loro costantemente: mi occupo infatti della direzione lavori per mantenere un ferreo controllo di tempi, costi e qualità del cantiere. Ma non solo. Svolgo l’espletamento di tutte le pratiche comunali necessarie.

Sono aspetti molto meno creativi, ma altrettanto fondamentali per la buona riuscita del progetto.

home personal shopper

“Il giudizio estetico risiede nella mente dell'occhio.”

Alessandro Morandotti     

 

Nella mente dell’occhio ma anche nel battito del cuore, che insieme costituiscono il motore delle emozioni.

Per questo accompagno il cliente anche nella fase di acquisto dei propri arredi: se l’organizzazione degli spazi ha uno scopo prevalentemente funzionale, l’integrazione di mobili e suppellettili è la diretta espressione del gusto e della personalità di chi li vive.

Il mio compito è quello di mostrare le tendenze più cool e idonee all’acquirente, in modo tale da guidarlo nel restyling.

Lo accompagno dunque nei migliori show-room di Milano, che diventano i nostri cataloghi viventi: analizzando le diverse possibilità, risulta più facile dare un tocco di personalizzazione agli ambienti.

 
 

about

Quando, dopo la Maturità Scientifica, m’iscrissi a Ingegneria, mia madre commentò: “Ma il tuo sogno non era sempre stato quello di fare l’architetto?” Non risposi.

Sapevo bene che quella era stata sempre la mia aspirazione, ma avevo deciso di cambiare rotta e indirizzarmi alla facoltà di Ingegneria che, a detta dei professori, mi avrebbe dato solide basi tecniche e razionali, più idonee all’ inserimento nel mondo del lavoro.

Solo dopo un anno di duro impegno in un percorso didattico a me poco congeniale, la forza dirompente della mia natura artistica prese il sopravvento: iniziò dunque un nuovo “viaggio”, presso la facoltà di Architettura alla Sapienza di Roma, che mi portò nel 2010 al conseguimento della laurea a pieni voti.

L’università è stata solo la prima tappa del mio cammino guidato dalla mia passione e dalla mia indole: se guardo indietro, ripenso con fierezza a quell’anno accademico di ingegneria, che mi ha dato una formazione di base tecnologica indispensabile per il mio lavoro. E sorrido al trasferimento a Milano, dove svolgo il mio lavoro dal 2010. Se guardo avanti…vedo un orizzonte pieno di sperimentazione e ricerca, finalizzate a portare sempre più in alto l’espressione di stile, comfort ed estetica che già oggi sono parte integrante del mio modo di vivere la professione di architetto.  

Istinto, spontaneità e passione sono dunque le mie parole d’ordine: fai quello che ami e non lavorerai un solo giorno della tua vita...

contact